come si misura la durezza dell'acqua?

Come si misura la durezza dell’acqua?

Quando si parla di durezza dell’acqua la prima cosa da evitare è di legare questo parametro alla potabilità o, addirittura, alla salute. Non esistono rischi bevendo acqua del rubinetto, perché le normative obbligano le aziende idriche a garantirne la potabilità.

È importante capire cos’è la durezza dell’acqua e sapere che alti livelli di calcio e magnesio possono causare danni a impianti idraulici ed elettrodomestici. Per questo motivo è consigliabile l’installazione di un addolcitore domestico, ma prima è sempre meglio avere un’idea chiara di ciò che scorre nelle tubature di casa.

Andiamo a vedere come si misura la durezza dell’acqua e a chi rivolgersi se non si vuole eseguire l’analisi autonomamente.

Come capire se l’acqua è dura?

La misurazione della durezza dell’acqua può essere fatta con metodi fai da te o professionali, ma prima di spiegare quali sono è necessario soffermarsi sulle varie unità di misura che vengono utilizzate per evidenziare con chiarezza i risultati delle analisi.

Unità di misura per la durezza dell’acqua

La durezza dell’acqua può essere espressa in:

  • Gradi francesi – simbolo °f  o °fH (lettera minuscola per non essere confusa con i gradi Fahrenheit – °F); 1 grado francese corrisponde a 10 milligrammi di CaCO3 (carbonato di calcio) presenti in 1 litro di acqua.
  • Gradi tedeschi – simbolo °dH; 1 grado tedesco equivale a 10 milligrammi per litro di CaO (ossido di calcio).
  • Gradi inglesi – simbolo °e; 1 grado inglese corrisponde a 1 g di CaCO3 (carbonato di calcio) in 70 litri di acqua.
  • Gradi americani – simbolo °TH; 1 grado americano è uguale a 17,1 mg/l di CaCO3.
  • Moli per metro cubo – simbolo mol/m³; unità di misura indicata dal sistema internazionale. 

Nel nostro Paese vengono comunemente usati i gradi francesi e la classificazione della durezza, in termini generali, va da 0°f a 50°f. Nello specifico, da 0 a 9°f l’acqua è considerata dolce, mentre oltre i 36°f è estremamente dura.

Test fai da te per la durezza dell’acqua

È possibile stabilire quanto è dura l’acqua di casa utilizzando diverse tipologie di kit fai da te:

  • Chimico con reagente liquido da far cadere goccia a goccia nel campione d’acqua posto nell’apposita provetta;
  • Test con striscia colorimetrica, che cambia colore una volta immersa nell’acqua e che viene paragonata a una scala cromatica;
  • Dispositivo digitale che restituisce un dato numerico sullo schermo.

Nel caso si voglia utilizzare uno di questi metodi, si devono seguire con attenzione tutte le indicazioni inserite dai produttori nelle confezioni.

Analisi di laboratorio

Per avere una misurazione della durezza professionale è possibile rivolgersi a un laboratorio specializzato in analisi della qualità dell’acqua, il quale darà indicazioni per il prelievo dei campioni senza causare contaminazioni, per la consegna dei campioni e per il successivo invio dei risultati.

Ovviamente, i test eseguiti da un laboratorio sono più costosi rispetto all’acquisto di un kit fai da te, ma danno maggiori garanzie. Inoltre, possono essere richieste analisi più ampie per scoprire la presenza di sostanze realmente dannose per la salute umana.

Perché è importante scoprire la durezza della propria acqua del rubinetto

È opportuno ripetere che il grado di durezza dell’acqua non incide sulla potabilità. A garantire la qualità dell’acqua che esce dai rubinetti di casa sono gli attenti controlli eseguiti dal gestore del servizio idrico, che utilizza i propri laboratori interni, e le verifiche esterne effettuate da Azienda Sanitaria Locale (ASL) e dall’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA).

È importante impegnarsi per scoprire quante parti di calcio e magnesio sono presenti nell’acqua, perché maggiore è la loro concentrazione e maggiore è la formazione di calcare, elemento dannoso per la caldaia, la lavatrice, la lavastoviglie, la rubinetteria, le tubature.

Misurare la durezza dell’acqua, inoltre, è utile per scegliere la soluzione ideale che consente di addolcirla e di ottenere migliori caratteristiche tecniche e organolettiche.

Ricevi maggiori informazioni



    Sono interessato ad un sopralluogo gratuito per verificare la fattibilità dell’installazione.

    Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo quanto previsto dalla normativa sulla privacy.

    Iscrivimi alla newsletter per ricevere notizie su detrazioni fiscali, novità dal mondo del trattamento acqua.

    What is 9 + 4 ?

    Condividi