• Addolcitore acqua a scambio ionico: cos'è?

    Un addolcitore acqua a scambio ionico ha un funzionamento molto semplice: le resine presenti nel serbatoio trattengono gli ioni di calcio e magnesio, presenti nell'acqua, che vengono sostituiti dagli ioni di sodio. Successivamente l’acqua addolcita viene distribuita a tutta la casa. La rigenerazione è il processo attraverso il quale l’addolcitore “pulisce” le resine, ormai sature, inviando allo scarico gli ioni accumulati di calcio e magnesio.
  • Addolcitore acqua: quanto costa?

    Un addolcitore acqua è un investimento in prospettiva perché il suo costo viene recuperato nel tempo. Aqua Italia, l'associazione italiana dei produttori/costruttori di impianti per il trattamento acqua, ha affermato come l'installazione di un addolcitore permetta una riduzione dei consumi del 18% ogni mm di calcare rimosso. Eliminare il calcare inoltre permette di ridurre sensibilmente il consumo di detergenti, saponi e detersivi, fino al 50%*. * Battelle Report 2011
  • L'acqua addolcita è sempre potabile?

    L'acqua addolcita è potabile e può essere bevuta senza problemi. L'addolcimento con resine a scambio ionico fa parte dei processi riconosciuti dal Ministero della Salute per il trattamento delle acque destinate al consumo umano.
  • L'acqua addolcita è salata?

    Nell'acqua addolcita aumenta il tasso di sodio e si mantiene inalterato quello di cloruro. Il gusto salato proviene dall'associazione di sodio e dei cloruri.
  • Cosa si intende per acqua addolcita?

    L'acqua addolcita è un'acqua priva di calcio e magnesio. L'acqua dura è responsabile della formazione di macchie su lavandini, rubinetti docce e vestiti; depositi di calcare all'interno dei tubi; la biancheria si indurisce e gli elettrodomestici che utilizzano acqua richiedono una manutenzione frequente e spesso hanno una durata ridotta. Questi sono alcuni degli effetti dell'acqua dura. Il processo di addolcimento è molto semplice: gli ioni di calcio e magnesio presenti nell'acqua vengono sostituiti dagli gli ioni sodio.
  • L'addolcitore favorisce la proliferazione batterica?

    Solo l'acqua stagnante favorisce la crescita batterica. Nell'addolcitore acqua EcoWater, il tino del sale resta asciutto tra le rigenerazioni e in questo modo impedisce la formazione di ponti di sale che possono mettere a repentaglio il suo buon funzionamento, limitando il rischio di formazione di colonie batteriche.
  • L’acqua dell’acquedotto non è già trattata?

    L'acqua del rubinetto è il prodotto alimentare più sorvegliato e controllato. L'acqua che arriva alle vostre abitazioni è sana e rispetta severe norme definite dalle autorità sanitarie. Molti acquedotti trattano l'acqua con cloro per eliminare i batteri. Alcuni addolciscono l'acqua. Ma il loro obiettivo è solamente quello di rientrare nei parametri limite di legge. Per eliminare la durezza, l'odore e il sapore di cloro è necessario ricorrere ad un sistema di trattamento acqua installato direttamente presso la propria abitazione.
  • E' vero che il calcare mi fa spendere di più?

    Un esempio: 1,5 mm di calcare su una resistenza fa aumentare il consumo di energia del 16%, e 12,7 mm di calcare fanno aumentare il consumo di energia del 64%.Di conseguenza, una caldaia o un impianto di riscaldamento consumerà dal 20% al 30% di energia in più a causa del calcare.
  • Come faccio a sapere se devo necessariamente addolcire la mia acqua?

    Ci sono macchie ferrose e rossastre sul tuo lavandino, doccia, vasca? Ci sono residui di calcare sulla rubinetteria? Il rosone della doccia ha i forellini chiusi? L'acqua è sporca, torbida e a volte maleodorante?- Ti sembra che la tua lavastoviglie non si efficiente nel lavaggio? Se hai risposto si ad una di queste domande significa che avresti bisogno di un impianto di addolcimento. Rivolgiti ad un concessionario EcoWater per maggiori chiarimenti.
  • L’acqua in bottiglia non è migliore dell’acqua del rubinetto?

    Come l'acqua del rubinetto può variare da zona a zona, così l'acqua in bottiglia varia da marca a marca. Alcune acque imbottigliate sono prodotte da sistemi ad osmosi inversa, che riducono le impurità di oltre il 95%. L'acqua in bottiglia costa 150 volte di più rispetto all'acqua del rubinetto e non è consegnata a domicilio. Inoltre, di recente, vari studi hanno provato la presenza di microplastiche all'interno dell'acqua imbottigliata.
  • Perché installare l'osmosi inversa?

    L'acqua potabile dalla rete comunale raggiunge i rubinetti priva di germi e batteri vivi, anche se sono sempre presenti in acqua e in decomposizione sotto l'azione del cloro. L'osmosi inversa è l'unico dispositivo di trattamento delle acque che rimuove il sapore di cloro. Inoltre l'installazione di un impianto a osmosi inversa permette di ridurre notevolmente la spesa nonché l'utilizzo di plastica. Senza contare la fatica ed il tempo dedicati all'acquisto di bottiglie di acqua al supermercato.
  • 1

logo ecowater systems piccolo

logo ecowater systems piccolo

Condividi su...

certificazioni-iso-ce-tifq-nsf