Tutti noi abbiamo notato, all’esterno dei supermercati, bancali di acqua confezionata in attesa, sotto al sole, di essere trasportati all’interno. Il materiale con cui vengono realizzate le cosiddette bottiglie di plastica è il PET (polietilentereftalato), un materiale sintetico prodotto con il petrolio o il metano. Per le sue alte capacità di conservazione, il PET è utilizzato per il confezionamento di molti cibi oltre che per l’acqua e le bibite.

Sappiamo che è fortemente consigliato conservare le bottiglie in PET in luoghi freschi, asciutti e di evitare assolutamente la loro esposizione a fonti di calore diretto. Vi siete mai chiesti il motivo di tale indicazione? La risposta ci viene fornita da uno studio svolto da alcuni ricercatori presso l’Università della Florida. La ricerca ha valutato le sostanze chimiche rilasciate nell’acqua dalle bottiglie in PET. Sono state analizzate 16 marche di acqua in bottiglia sottoponendole ad una temperatura molto alta per circa 4 settimane. I ricercatori hanno voluto infatti prendere in considerazione la peggiore delle ipotesi, per valutare le possibili conseguenze sulla salute dei consumatori. I risultati hanno dimostrato che ben 15 marchi su 16 presentavano al loro interno livelli altissimi di sostanze chimiche come il bisfenolo (Bpa) e l’antimonio, ritenute dannose e nocive per l’organismo.

Bisogna porre moltissima attenzione alla conservazione dell’acqua confezionata con questo materiale ma purtroppo è praticamente impossibile farlo correttamente. Se infatti siamo certi di conservare in maniera ottimale le nostre bottiglie in PET una volta comprate, nessuno ci dà garanzie circa ciò che succede durante il trasporto e lo stoccaggio. Il problema è ovviamente maggiormente grave nei mesi estivi, quando si raggiungono temperature molto alte che potrebbero compromettere ulteriormente la conservazione.

A tal proposito esiste in giurisprudenza una legge (la 283/1962) che regolamenta la conservazione di bottiglie in PET e che condanna chi le espone a condizioni atmosferiche esterne, tra cui l’impatto dei raggi solari, che potrebbero provocare alterazioni chimiche dannose per i consumatori.

Perché continuare a scegliere bottiglie in PET quando si può disporre di acqua di ottima qualità, comoda e sicura, direttamente dal proprio rubinetto di casa? Contattaci per avere informazioni sui nostri rivenditori vicini a casa tua.

 

Fonte Ricerca: Environmental Pollution 

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

logo ecowater systems piccolo

logo ecowater systems piccolo

Condividi su...

certificazioni-iso-ce-tifq-nsf