Il 3 marzo si è celebrata la Giornata Internazionale della Natura. Indetta dall’UNGA (United Nations General Assembly) nel 2013, ha lo scopo di celebrare le molte forme della flora e della fauna selvatica e di aumentare la consapevolezza della moltitudine di benefici che la conservazione delle specie offre all'umanità.

Quest’anno la giornata aveva il tema “Life below water: for people and planet". Per la prima volta, si è concentrata l’attenzione sulla vita sottomarina e su come i cambiamenti climatici e l’inquinamento ne stanno mettendo a rischio la sopravvivenza. Questo problema si riflette direttamente su tutte quelle popolazioni che dipendono proprio dalle biodiversità marine (Fonte: wildlifeday.org).

Mantenere le biodiversità marine è, quindi, di cruciale importanza per garantire continuità alle generazioni future. Non solo il 3 marzo, ma ogni giorno dell’anno. Per questo è nato #DoOneThingToday per condividere con il mondo il proprio contributo alla causa.

Il primo obiettivo da porsi è quello di avere il minimo impatto negativo sull’ambiente e uno dei modi per farlo passa anche dal trattamento dell’acqua. Installare un addolcitore, per esempio, consente di migliorare l’efficienza energetica degli impianti di riscaldamento e degli elettrodomestici, diminuendo la durezza dell’acqua e, di conseguenza,  il problema delle incrostazioni dovute al calcare.

Questo permette di consumare meno detergenti (la durezza dell'acqua è antagonista dei tensioattivi), e di utilizzare meno energia elettrica grazie alla maggiore efficienza degli elettrodomestici. Basti pensare, infatti, che ogni millimetro di incrostazione dovuta alla presenza del calcare nell'acqua causa la perdita del 10% dell'efficienza energetica e che il 60% del sapone utilizzato non concorre alla rimozione dello sporco ma viene “neutralizzato” dal calcare. Infine, va sottolineato anche che una minore quantità di detersivi immessi nell'ambiente garantisce anche un maggior rispetto della natura.

Con il trattamento dell'acqua è possibile, infine, un recupero di efficienza delle caldaie tra il 15 e il 17%/anno a cui si deve integrare il 5/6% sul circuito di riscaldamento. Questo si traduce in un doppio vantaggio per il cittadino: una diminuzione della dispersione di energia e un notevole risparmio economico in bolletta.

Trattare l’acqua di casa è, quindi, un esempio concreto di azione quotidiana (#DoOneThingToday) che aiuta a preservare l’ambiente. È un esempio di come celebrare la natura ogni giorno, trattando bene una delle risorse naturali più importanti al mondo: l’acqua.

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

 

logo ecowater systems piccolo

logo ecowater systems piccolo

Condividi su...

certificazioni-iso-ce-tifq-nsf